porto
trasphomephone

RENATO GUTTUSO - undici opere di Renato Guttuso al Casinò di Sanremo

AMMIRATO DALLE ELITE, AMATO DAL POPOLO
Renato Guttuso, artista ed intellettuale, grande Maestro del novecento europeo, aveva una caratteristica quasi unica che, forse, solo Pablo Picasso poteva vantare: essere conosciuto ed apprezzato non solo da storici dell'arte, esperti, collezionisti ma, anche e soprattutto, dall'operaio, dalla casalinga, dal contadino, dall'uomo comune. 
Certamente tutto ciò è stato determinato, in larga misura, dall'appartenenza al movimento comunista, dal suo impegno, nella vita e sulla tela, a sostegno di grandi temi sociali e politici, ma, sicuramente, ha influito non poco la sua tecnica pittorica, originale ed innovativa, le sue pennellate forti e decise per rappresentare una “realtà” di immediata comprensione. 
La prima mostra di valenza nazionale della Fondazione Cento Fiori, realizzata nel 2009 nella sede della Pinacoteca Civica di Savona, aveva per titolo “Renato Guttuso Militante”, una iniziativa impegnativa, ma esaltante: aver potuto esporre 28 opere, alcune di notevole dimensione, del Maestro è stato motivo di orgoglio.Non possiamo dimenticare che, in questo contesto, un aiuto importante è venuto dalla disponibilità del dott. Fabio Carapezza, custode degli Archivi Guttuso, che ha selezionato dieci straordinarie tele da inserire nella mostra savonese. 
E' per questa serie di motivi che abbiamo accettato, con entusiasmo, di collaborare alla realizzazione dell'importante omaggio che il Casinò di Sanremo ha voluto dedicare a Renato Guttuso: grande artista, apprezzato dalla èlite intellettuale ed amato dal “suo popolo”. 

Giancarlo Berruti

LOC GUTTUSO

  • IMG 20190109 WA0001
  • IMG 20190109 WA0007
  • IMG 20190109 WA0002
  • IMG 20190109 WA0003
  • IMG 20190109 WA0008
  • IMG 20190109 WA0010
  • IMG 20190109 WA0011
  • IMG 20190109 WA0012
  • IMG 20190109 WA0013
  • IMG 20190109 WA0009

GLI ANNI DEL MIRACOLO ECONOMICO

NON È LA CLASSICA MOSTRA
di Giancarlo BERRUTI

Il tema dell’Italia uscita dalla seconda guerra mondiale, con le sue macerie morali e materiali, ma con una grande speranza di riscatto, è stato affrontato lo scorso anno attraverso l’interpretazione su tela dei capolavori del cinema neorealista.
Quest’anno, la Fondazione Cento Fiori dedica il nuovo capitolo di “Arte e Storia” al cosiddetto “miracolo economico italiano”.
Dal 1954 al 1964 il nostro Paese ha vissuto dieci anni di sviluppo economico, di conquiste sociali e civili, di una nuova fiducia nel futuro, ma anche le lacerazioni dell’immigrazione verso il nord, i tentativi autoritari, le accese lotte politiche e sindacali.
La mostra prende in esame queste tematiche attraverso 14 dipinti, ognuno accompagnato da un testo che, sinteticamente, esplicita l’argomento interpretato dall’artista.
Nel catalogo che accompagna l’iniziativa, è stato dato ampio spazio ad interventi di giornalisti, di storici, di politici che analizzano ed approfondiscono gli anni del “Boom Economico”.
Ancora una volta non abbiamo voluto organizzare la classica mostra di pittura scegliendo, invece, di “utilizzare” l’opera d’arte come occasione per conoscere, ricordare e discutere su importanti pagine di storia italiana.

loc orrizzontale

20181208 17113720181208 171137


Una mostra da non perdere

Dal 2 agosto al 2 dicembre 2018 al MuDA di Albissola Marina si può ammirare una strordinaria esposizione di opere del grandissimo Lucio Fontana, cittadino onorario della città della ceramica. La mostra, voluta fortemente dal Sindaco Gianluca Nasuti, è stata realizzata da Comune di Albissola Marina, Università di Genova, Fondazione Cento Fiori in occasione dei cinquant'anni dalla scomparsa del Maestro.

Altri articoli...

Mostre online

cat impronta 2017 Cover musicaribelle cover carlo giusto forme 2015 cover copertina unita prima pagina EBerlinguer sguardi artisti  i corsivi di Fortebraccio cover Cinemadipinto

Il sito web centofiori.it utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Informativa