porto
trasphomephone

Tutti al mare di Angelo Elio Barabino

A maggio è esposta in bacheca l'opera di Angelo Elio Barabino
“Tutti al mare”
2019 - olio su tela, cm 70x70


Angelo Elio Barabino
Nasce a Genova nel 1935. Inizia a dipingere come autodidatta in tenera età.  A sedici anni compra la prima cassetta di colori.
Dal 1962 al 1967 frequenta lo studio di Anacleto Ferrando, allievo di Vittorio Nattino, con cui approfondisce la tecnica della pittura a olio e dell’acquerello.
Nel 1967 si reca con Giacinto Derchi a Parigi dove ha un primo incontro con l’impressionismo.
In seguito, e per circa tre anni, si perfeziona nella pittura a olio e nel disegno del nudo sotto la guida di Attilio Carrieri, il cui insegnamento è decisivo per la sua ricerca volta a perseguire un intenso colorismo.
Dal 1967 condivide lo studio di Sampierdarena, dove ancora oggi lavora, con Gianfranco Fasce.
A seguito di quell’incursione parigina si moltiplicheranno i suoi viaggi (Spagna, Grecia, Russia, Inghilterra, Stati Uniti, India, Tunisia, Sudafrica, Marocco, Egitto) per visitare musei e per acquisire le suggestioni di nuovi paesaggi.
Nel 1987 fonda con altri pittori genovesi il “Gruppo 10”.
A partire dal 1991 frequenta per un decennio i corsi di libero disegno, di pittura e di storia dell’arte tenuti da Nicola Ottria, Bianca Passarelli, Luigi Sirotti e Carla Mazzarello presso l’Accademia Ligustica di Belle Arti.
Approfondisce inoltre la tecnica incisoria con Luca Tardito.
La maturazione del suo linguaggio espressivo rivela una sorta di enfasi espressionistica nutrita fondamentalmente di naturalismo, che coltiva da sempre in laboriosa, ricercata solitudine.
Le sue opere sono conservate in collezioni private italiane e straniere.


Il cielo in una stanza di Giacomo Lusso

A marzo è esposta in bacheca l'opera di Giacomo LUSSO
“Il cielo in una stanza”
2018 - olio su tela cm 70x70
dalla mostra “L’Italia del Boom Economico”

Giacomo Lusso
Nasce a Malles Venosta (BZ) nel 1953 e vive ed opera ad Albisola. La sua prima mostra personale risale al 1972. Artista e sperimentatore, attraverso la ricerca in campo artistico, utilizza come mezzo espressivo le diverse tecniche ceramiche, la pittura e l’ideazione di azioni concettuali.
Dal “Sogno dei Segni” cambia radicalmente la rappresentazione artistica: non più la realtà retinica ma una ricerca riflessiva che mira al cuore (vedasi i giardini dell’anima), alla spiritualità e al tentativo di conoscere più profondamente se stessi.
I “Racconti della Luce” diventano la ricerca, in una sospesa tranquillità, dello spirituale interiore.
Certo il mestiere appreso nel fare artistico di anni aiuta a tradurre i sentimenti e le passioni in immagini visibili su tela o ceramica. Il colore scelto non casualmente tra i primari, ha la funzione alchemica di supportare ed evidenziare le emozioni e gli stati d’animo differenti.
All’attivo molte personali e collettive in Italia e all’estero con opere presenti in raccolte museali pubbliche e collezioni private.
GLexpo via Repetto 55r
17012 Albissola Marina SV  
e-mail:
cell. 338.5409940

Altri articoli...

  • 1
  • 2

Mostre online

ArteinJeans covercover copertina unita prima paginacat impronta 2017cover carlo giustoforme 2015EBerlinguer sguardi artistiCover musicaribelle

Il sito web centofiori.it utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online. Informativa